Scegliere tra le penne a sfera ed i tratto pen

Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando per scrivere si usavano i pennini da intingere nell’inchiostro.
Oggi tra le penne a sfera che la fanno da padrone e i tratto pen che garantiscono sempre più elevata qualità, l’offerta è molto diversificata per accontentare tutti i gusti di scrittura.

Adatte al modo di scrivere

La scelta della penna da usare dovrebbe essere condizionata da fattori soggettivi.
Il tempo in cui si fa uso di una penna può far prediligere una soluzione di confort nell’impugnatura e di scorrevolezza della scrittura.
L’utilizzo che se ne fà, per la scrittura in senso stretto o per realizzare bozzetti e disegni.
Le caratteristiche della carta che si utilizza, la porosità, il grado di assorbimento, il colore.
Perchè non anche il look!
Le penna a sfera hanno avuto un evoluzione incredibile, mantenendo però il principio di base del funzionamento, sono adatte ad ogni esigenza di scrittura.
I tratto pen invece con le ultime evoluzioni danno buone soddisfazioni in diversi impieghi e su diversi tipi di supporto (la carta).

Come si è evoluta la penna a sfera

Nelle penne a sfera l’interno della punta ha una piccola camera interna con inchiostro viscoso che viene disribuito sulla carta grazie al rotolamento di una piccola sfera metallica (in ottone o acciacio inossidabile).
Per questo il nome penna a sfera.
Il diametro della sfera da la dimensione massima del tratto (più o meno fine)
L’inchiostro, molto denso a base oleosa, è poco volatile cosi anche se non viene usata per molto tempo la penna mantiene la carica. Inoltre si asciuga subito a contatto con la carta evitando cosi facili sbavature.
Una variante evolutiva delle penne a sfera sono le penne roller che hanno un inchiostro liquido a base acquosa o gel. C’è sempre la sfera che rotola per trasferire l’inchiostro sulla carta, con una buona resa cromatica e un tratto continuo e scorrevolissimo. L’inchiostro a base di gel, in particolare, solidifica quando è fermo per ritornare fluido appena la sfera inizia a ruotare (con il movimento) dando una sensazione di morbidezza quando si scrive.

I tratto pen

Sono penne con inchiostro liquido che viene convogliato tramite uno stoppino fatto di feltro o sintetico.
I tratto pen hanno punte sottilissime e scrivono leggere e veloci. Il loro tratto è costante in qualsiasi direzione e con qualsiasi inclinazione. Vanno tenuti chiusi per precauzione per evitare che l’inchiostro si secca.
Nei modelli più recenti la resa è qualitativamente elevata su diverse tipologie di carta.

Fare una scelta

La scelta del look e della comodità dell’impugnatura non incidono nel preferire una penna a sfera piuttosto che un tratto pen.
Ciò che è invece importante valutare è il tipo di uso che si fa di una penna e la carta che si usa.
Sia i tratto pen che le penne a sfera oggi garantiscono una buona scorrevolezza e un ottime rese cromatiche.
Le penne a sfera restano certamente quelle adatte ad un uso generalizzato, vista anche la vasta gamma e le diverse varianti.
Però nel caso di disegni tecnici, illustrazioni o comunque necessità di scrivere con caratteri minuscoli, i tratto pen sono più adatti grazie a uno spessore costante delle linee e a una scrittura veloce e leggera.